Dopo uno spettacolo della Compagnia dell’Arte, ci sentiamo tutti “felici e contenti”

Nonostante fosse il 19 ottobre, ben 27 gradi a riscaldare questa domenica mattina. Difronte, il Teatro delle Arti, visto come luogo di fresca magia. Dopo la soglia, l’accoglienza di Cenerentola e del suo Principe: l’atmosfera inizia ad essere leggera e, più si va verso la sala, più è forte. In sala, preso posto e spente le luci, personaggi favolosi iniziano a ballare e cantare: eccoci, siamo nel mondo fatato! Un mondo magico che solo la Compagnia dell’Arte è capace di farci vivere. E ce lo dimostra ancora una volta con il grande successo de La Bella Addormentata che ha dato il via alla rassegna teatrale C’era una Volta 3: una domenica al mese e 3 momenti per vivere la favola negli orari: 11, 17 e 19. All’improvviso una musica magica e le tre fate, Fata Flora (Renata Tafuri), Fata Fauna (Katia Caivano), Serenella (Michele Ventre), seguite da fauni del Professional Ballet di Pina Testa, compaiono in sala e sul proscenio inizia la storia: “ C’era una volta…”. Si apre il sipario e i personaggi animano la scena, nei costumi di Nina Olivieri e Anna e Maria De Concilio, con musiche, balli della coreografa Sonia Saggese ed effetti di luci: Principessa Aurora (Federica Buonomo), Principe Filippo bambino (Ivano Ronga), Principe Filippo uomo (Francesco Criscuolo), Re Umberto (Vincenzo Triggiano), Re Stefano (Massimiliano Palumbo) e Malefica (Martina Iacovazzo). A fare da cornice le scenografie della Bottega San Lazzaro. Una storia che rapisce grandi e piccini, grazie al talento del regista Antonello Ronga.

Un’ora per sognare… per credere nei desideri!

Cenerentola è la fiaba che tutte le bambine adorano ed adoreranno fino alla notte dei tempi perché grazie alla magia Disney tutti riescono a lasciarsi andare e ad impersonarsi nei personaggi. Ancora oggi, nonostante la crisi storica che inevitabilmente si riflette nelle vite private e nonostante l’età matura, se per un’ora si riesce a fantasticare allora non è la fine!

Immagine
e vissero tutti felici e contenti!

Ieri grazie alla magica interpretazione della disneyana Cenerentola della Compagnia dell’Arte ho sognato, immaginato, pensato ai desideri… i miei!

Attendo  il 15 dicembre per un’altra ora di magia con “Lo schiaccianoci”…